sistema sanzionatorio

Le ultime domande

[Domanda n.2046] Dopo quanto tempo cadono in prescrizione le multe prese per un'infrazione al codice della strada?

L'intero procedimento sanzionatorio - dall'accertamento alla notifica della cartella esattoriale - deve esaurirsi in 5 anni. Una prima scadenza, che deve comunque essere eccepita dall'interessato, riguarda il termine di 150 giorni a disposizione dell'amministrazione per affidare al servizio postale la notifica al domicilio del trasgressore e dell'obbligato in solido il verbale di contestazione dell'infrazione: tale eccezione può essere sollevata anche in sede di ricorso avverso la cartella esattoriale.

[Domanda n.2054] Una volta effettuato il pagamento di un preavviso alla sosta, evitando così le spese di notifica che sarebbero arrivate col verbale a casa, il trasgressore può ugualmente fare ricorso al successivo verbale notificatogli a casa? E' possibile che l'ufficio competente chieda la parte dei soldi del verbale mancante?

Il preavviso di sosta lasciato al parabrezza del veicolo non costituisce atto valido di contestazione dell'illecito. Pertanto l'Ufficio da cui dipende l'agente accertatore deve provvedere a notificare il verbale all'intestatario del veicolo. Se il preavviso di sosta contiene le indicazioni per effettuare il pagamento "bonario" della sanzione che sarà inflitta, al fine di evitare le spese di accertamento e di notifica e l'interessato vi abbia provveduto nei termini indicati nel preavviso, l'Amministrazione non ha nulla a pretendere circa le spese che essa ha sostenuto, grazie alla tempestiva acquiescenza all'infrazione dimostrata con il pagamento di quanto indicato nel preavviso."

[Domanda n.2060] Vorrei sapere quali sono gli elementi essenziali in un verbale di contravvenzione in assenza dei quali si possa considerare nullo.

Il verbale di contestazione deve contenere una serie di elementi indicati dettagliatamente dall'art. 383 del Reg.to Esec. C.d.S. che consentono al trasgressore di avere esatta cognizione dell'illecito che ha commesso e, soprattutto, delle modalità di estinzione o di ricorso. L'art. 383 non stabilisce quali elementi siano da considerarsi essenziali e quali, invece, possano considerarsi accessori o strumentali per una più rapida definizione della procedura. In relazione alla funzione che svolge la contestazione ed anche in base alla giurisprudenza non si può considerare causa di nullità l'omessa o l'erronea indicazione del tipo o della targa del veicolo, quando questi dati possano desumersi in modo inequivocabile da altri elementi o documenti in modo tale da avere la certezza che ad essi si riferisce la violazione contestata.

[Domanda n.2065] 

E' vero che esiste un numero massimo di righe per le dichiarazioni a disposizione del contravventore nella contestazione di un verbale?

Nel verbale devono sempre essere inserite le eventuali dichiarazioni che il trasgressore intende formulare a propria discolpa. Sebbene la norma regolamentare del codice della strada all'art. 383 non sembra imporre all'accertatore l'obbligo di domandare specificamente al trasgressore se ha qualcosa da dichiarare, tale richiesta costituisce regola di etica e di correttezza per l'accertamento stesso. Non è previsto formalmente un limite, ma appare chiaro che la dichiarazione debba essere estremamente sintetica.

[Domanda n.2069] Ho ricevuto una contravvenzione per un'infrazione avvenuta in una città in cui non sono mai stato, né tantomeno il mio veicolo. Come devo comportarmi?

Il termine entro il quale deve avvenire la notifica di un verbale di accertamento di una violazione al codice della strada è di 150 giorni dal momento dell'infrazione. Riguardo alla circostanza che né Lei, né altri vi siete recati a Napoli a bordo del motociclo di sua proprietà e pertanto ritiene che si tratti di un errore di rilevazione del numero di targa, è necessario rappresentare tali fatti al Prefetto o al Giudice di Pace mediante ricorso, indicando eventuali testimoni in grado di confermare le sue affermazioni.

[Domanda n.2082] Dal giorno in cui mi è stata ritirata la patente a oggi non ho ricevuto alcuna notifica e la Prefettura del luogo in cui mi hanno fermato dice che ha emesso l'ordinanza. Cosa prevede il Codice della Strada per la notifica?

Il codice della strada non prevede un termine per la notifica del provvedimento di sospensione, ma solo un termine per l'adozione dello stesso (entro 15 giorni dal ricevimento del verbale di contestazione e del documento). Nel Suo caso dovrebbe verificare con la Prefettura la lunghezza temporale della sospensione e farsi dire se la restituzione della patente avverrà presso i propri Uffici o presso gli Uffici dell'organo di Polizia incaricato della notifica del provvedimento.


Parole chiave: