uso armi

Le ultime domande

[Domanda n.1827] Vorrei alcune delucidazioni in materia di uso delle armi da parte degli operatori della Polizia di Stato.

L'ordinamento giuridico discplina l'uso delle armi da parte delle Forze di Polizia con più norme. Il nuovo ordinamento dell'Amministrazione di Pubblica Sicurezza di cui alla legge del 1 aprile 1981, stabilisce all'articolo 30 che i criteri per la determinazione dell'armamento del personale che svolge funzioni di Polizia, sono stabiliti con decreto del Presidente della Repubblica (D.P.R. del 5/10/1991, n 359). L'uso legittimo delle armi è disciplinato dall'art. 53 del Codice Penale che prevede la non punibilità del Pubblico Ufficiale che, al fine di adempiere un dovere del proprio ufficio, fa uso ovvero ordina di far uso delle armi o di altro mezzo di coazione fisica, quando vi è costretto dalla necessità di respingere una violenza o di vincere una resistenza all'Autorità e comunque di impedire la consumezione dei delitti di strage, di naufragio, sommersione, disastro aviatorio, disastro ferroviario, omicidio volontario, rapina a mano armata e sequestro di persona.I limiti di applicabilità dell'uso legittimo delle armi sono rappresentati: a) dal fine di adempiere un dovere del proprio ufficio (e cioè da finalità non estranee alla funzione); b) dalla necessità non altrimenti evitabile, di vincere la resistenza, respingere la violenza o impedire la consumezione di uno dei suindicati reati; c) dalla proporzione fra l'interesse offeso e quello tutelato.


Parole chiave: