Scorte ai trasporti eccezionali

La normativa vigente che regola i servizi di scorta ai trasporti eccezionali o a trasporti in condizioni di eccezionalità, dal 13.08.2010 è stato soppresso il servizio di scorta da parte della Polizia Stradale, che sarà svolto esclusivamente da imprese private con soggetti abilitate che avranno gli stessi poteri di regolazione del traffico del personale della Polizia Stradale.

Nei casi in cui il transito del veicolo eccezionale o del trasporto in condizioni di eccezionalità imponga, per le sue dimensioni particolarmente rilevanti o per le sue caratteristiche specifiche, la chiusura totale della strada con l'approntamento di itinerari alternativi, il responsabile della scorta tecnica dovrà richiedere l'intervento degli organi di Polizia Stradale competenti per territorio.
Tale obbligo non sussiste nei casi in cui sia possibile effettuare interventi di regolazione del traffico con sensi unici alternati a vista o momentanee chiusure della strada.

Le scorte affidate ai cittadini

I servizi di scorta sono stati invece affidati dal codice della strada a cittadini abilitati.

L'abilitazione si consegue previo un esame teorico e pratico presso i compartimenti di Polizia Stradale, secondo quanto prescritto dal disciplinare per le scorte tecniche (D.M. 18.7.1997 e successive modificazioni).

27/02/2015
(modificato il 02/03/2015)


Parole chiave: